REFERENDUM TAGLIO PARLAMENTARI
Ricapitolando.
1) Il risparmio derivante dal taglio dei parlamentari viene compensato dall’assunzione di tecnici nominati e non votati.
2) Milioni di elettori voteranno partiti che non passeranno soglie di sbarramento inaudite.
3) La riduzione non incide sulla qualità dei candidati.
4) Meno rappresentanti, uguale, meno competenze e più potere ai tecnici che redigono le relazioni
5) L’italia è la 5° nazione con meno rappresentanti ogni 100.000 abitanti.

E aggiungo, se avete abboccato alla volutamente errata analisi: taglio = risparmio, sappiate che tagliare i parlamentari, cioè la rappresentanza popolare, con tutto ciò che ne consegue di cui siete per lo più ignari, VUOL DIRE PENSARE DI PUNIRE i POLITICI BRUTTI E CORROTTI, TAGLIANDOSI LE PROPRIE PALLE.

Chi ci vuole estero-comandare, perché ritiene che il popolo italiano sia incapace di governarsi, e fa propaganda di questo da decenni, è proprio quello che vuole, per continuare indisturbato a spolparci vivi noi e sopra tutto il nostro patrimonio, (terzo al mondo come riserve aurifere bancarie, primo al mondo come patrimonio immobiliare) i nostri redditi e risparmi (negli anni 80 l’Italia era prima al mondo per risparmio privato).

Tutto il resto SONO ENORMI AMI DA PESCA PER male informati o disinformati.