Questa è una frase che trovo davvero potente e utilissima. Me l’ha insegnata Roberta Giallorenzi qualche anno fa.

Tuttavia mi capita ancora spesso di supporre quello che pensano gli altri invece di domandarlo. La cosa di per se ormai mi è chiara che è assurda, perché se penso quanta fatica faccio a capire me stesso, cosa voglio, quali sono i miei reali obiettivi e intenzioni, come posso anche solo immaginare quello che pensano realmente gli altri?

L’unico modo è appunto domandarglielo, perché ho scoperto che solo in questo modo posso ottenere informazioni effettive su cui riflettere e discutere invece di fantasticare su personali supposizioni.

Se ti stai chiedendo cosa ha capito o sta pensando il tuo interlocutore, lo stai chiedendo alla persona sbagliata.
Luca Pilolli 25.5.2008 …eh eh cito me stesso 😉