Con questo articolo cercherò di spiegarvi PERCHÉ, quando la mattina vi alzate, e vi sciacquate il viso con l’acqua TIEPIDA, grazie alla regolazione del RUBINETTO MISCELATORE, quel semplice oggetto meccanico funzionerà in modo più intelligente ed evoluto di voi se continuerete ad usare termini come NEGAZIONISTI DEL COVID, NO VAX, FAKE NEWS.

E cercherò di spiegare dopo che avrete fatto un bel respiro, perché sia importante prendere un po’ di quell’acqua tiepida in bocca, e sciacquare via i batteri nocivi di una comunicazione degenerativa, da mille e ottocento, pre guerre mondiali.

Vi domando che relazione c’è tra questi termini?
NEGAZIONISTI DEL COVID
NO VAX
FAKE NEWS

UN RUBINETTO,
IL REGOLATORE DEL GAS SOTTO AI FUOCHI
L’ACCELERATORE della macchina o dello scooter
IL VOLUME degli impianti audio
IL TERMOSTATO (regolazione della Temperatura)
IL TERMOMETRO
IL CENTIMETRO
IL CONTAGIRI (presente su molti cruscotti di auto e moto)
IL TACHIMETRO (misuratore della velocità)
LE DIOTTRIE (vista: misuratore di nitidezza, chiarezza)
QUALSIASI REGOLATORE di luminosità, colore, contrasto, e via dicendo.

Che i primi tre termini si basano su una logica BIPOLARE o meglio deterministica che divide e descrive il mondo in:
BIANCO o NERO, oppure in
VERO o FALSO
GIUSTO o SBAGLIATO
CAUSA ed EFFETTO

Queste semplificazioni, filosofi, fisici, matematici, scienziati, hanno iniziato ad abbandonare a metà 900. Perché?

Perché la DEFORMAZIONE riduttivistica dell’uso di questi termini non permette di descrivere le semplici realtà come:

  • il mutare della temperatura
  • il mutare della quantità di pressione dei fluidi, acqua, gas,
  • il mutare della quantità di intensità sonora
  • il mutare della velocità
  • il mutare della luminosità
  • il mutare della nitidezza
    eccetera eccetera eccetera.

Come ci insegnò Paul Watzlawick nel suo libro “Realtà della Realtà”, PER COSE FISICHE gli uomini hanno abbandonato l’uso di termini “BIPOLARI” PERCHÉ DEFORMANO LA DESCRIZIONE DELLA REALTÀ IN MODO INCOMPRENSIBILE.

ESEMPI:
Caldo, freddo, ma quanto caldo? Caldo per chi?
Poca pressione o tanta pressione, ma quanta pressione?
Una goccia? Oppure come un idrante dei pompieri? Quanto poco gas? Come una candela? Come un caminetto acceso? Come un cannello che fonde i metalli?
Oppure, fermo o in moto. Ma quanto in moto? Come una lumaca bavosa? Come un aereo supersonico?

Gli uomini non hanno grossi problemi con le REALTÀ FISICHE, come definire se un oggetto è ROSSO, nonostante i daltonici, nonostante il nostro occhio, SE BEN ISTRUITO, possa vedere fino a 16 milioni di sfumature di colore.

Sempre Paul Watzlawick, professore emerito del Mental Research Institute di Palo Alto, Stanford University, ci disse che: GLI UOMINI HANNO PROBLEMI (tra di loro) CON LE INTERPRETAZIONI. Per dirla in modo chiaro, con tutto ciò che non puoi mettere in carriola!

Tutta la comunicazione descrittiva dei COMPORTAMENTI, delle OPINIONI, sono cose che NON SI POSSONO METTERE IN CARRIOLA. E sono cose sulla quali ci SCORNIAMO, DENIGRIAMO GLI ALTRI, LI METTIAMO IN CROCE, ALLA GOGNA e viceversa.

Una nota per i più dotti, nemmeno il valore della valuta corrente è una cosa che si possa mettere in carriola. E’ una invenzione umana, una reciproca accettazione, che un foglio di carta colorato abbia un valore, se e solo se lo fa l’uomo chiamato “Banca centrale o di Stato” e non ha valore se lo fai tu a casa con la stampante. Ma se ti trovi in natura nel bosco e devi mangiare o trovare l’acqua o coprirti dalle intemperie, se ti trovi a tu per tu con altri esseri (animali) di questo pianeta, con quella carta colorata non ci fai un bel niente.

Finita questa digressione sulla valuta corrente, tornando, come si usa dire, a bomba, sul problema.

A chi diffonde e usa i termini: “NEGAZIONISTI DEL COVID”, “NO VAX”, “FAKE NEWS”, come ho fatto io con l’articolo di ieri, qui
https://tritonet.blogspot.com/2020/07/grafico-animato-covid-fake-news.html
cosciente della violazione linguistica che stavo effettuando, abbassandomi anch’io al gioco al massacro linguistico culturale che stiamo vivendo; noi tutti dovremmo reagire con frasi del tipo: “ma ancora ragioni come NEMMENO i nostri nonni?”

Ed invece troviamo queste regressioni logico culturali come TITOLI DI GIORNALI, nei commenti pubblicati di persone care, amici e parenti.

Cosa c’è di male nella semplificazione bipolare?

La descrizione della realtà attraverso il riduzionismo VERO o FALSO, SI o NO, è figlia del modello culturale deterministico che dovrebbe essere MORTO e SEPOLTO a metà 900. Doverebbero essere logiche da ZOMBIE che camminano.

Perché tutti gli apparati, dispositivi che usiamo, e che usano coloro che scrivono i giornali online, funzionano e si basano sui modelli di logica sfumata e cibernetica. Entrambe le due logiche reintroducono, come direbbero gli inglesi, l’ENORME ELEFANTE PRESENTE NELLA STANZA.

Cioè il GRANDE “TERZO ESCLUSO” dal determinismo.

Senza il quale non si riesce a costruire nessuno degli apparati che vi ho citato all’inizio.

  • NIENTE RUBINETTI
  • NESSUN FORNELLO DA CUCINA
  • NESSUN TERMOSTATO
  • NESSUN REGOLATORE DEL VOLUME

DEVO ANDARE AVANTI?

Le polarizzazioni del tipo NEGARE contro ASSERIRE, sempre, quando si entra nel dettaglio, per logica,
DEFORMANO LA REALTÀ a TAL PUNTO da renderla INCOMPRENSIBILE.

Albert Einstein ci insegnò che bisogna semplificare fino al punto in cui la realtà resti comprensibile. Fino al punto in cui non si perdano troppe informazioni e la realtà risulti incomprensibile.

La narrazione impostata sulla semplificazione “BIPOLARE” tratta l’ascoltatore od il lettore come se avesse una cultura pre-grandi guerre del 900.

Gregory Bateson, nel 900, grazie ai sui studi sulla comunicazione animale, in natura, durante la stesura per la pubblicazione scientifica, si accorse, come le descrizioni deterministiche, presenti in molti studi scientifici dell’epoca, presentassero a causa di ciò “errori sistemici concettuali”. Intuizione mostrò al mondo accademico e culturale intero. Le sue osservazioni impattarono trasversalmente nella maggior parte delle scienze. Facendo fare un balzo culturale avanti a tutta l’umanità.

DOBBIAMO TRATTENERE FORTE QUESTA EREDITA CULTURALE, altrimenti scivoleremo nella BARBARIE CULTURALE PRE GUERRE MONDIALI!

Perché voglio ricordare che gli storici contemporanei già 20 anni fa, ci dissero che le 2 grandi guerre, alla fine ruotarono intorno alla termine vero, o meglio alla ARROGANTE DEFINIZIONE DI CHI ASSERIVA DI POSSEDERE LA VERITÀ. La giusta visione del mondo, della società, dell’uomo e della cultura. E senza essere smentito potrei aggiungere a riguardo che gli Inglesi contribuirono molto alla vittoria della guerra da parte degli alleati, facendo credere un sacco di balle ai Tedeschi. Balle necessarie per evitare di far scoprire loro i piani dello sbarco in Normandia.

I nostri padri costituenti che vissero e combatterono nelle due grandi guerre, misero in COSTITUZIONE gli insegnamenti, tratti da quelle atrocità e dai milioni di morti.

IN SINTESI

I figli nati da quella generazione, sono i genitori della mia generazione. Loro i Gregory Bateson, i Paul Watzlawick, ci insegnarono 3 elementi monumentali sui quali erigere la nostro cultura moderna.

PRIMO.
Prima di Valutare SE una Risposta è Esatta, Vera, Giusta, SI DEVE VALUTARE SE LA DOMANDA O ASSERZIONE è POSTA IN MODO CORRETTO. (Ereditato da Immanuel Kant e completata)

SECONDO.
L’intelligenza NON è composta da CAUSA ed EFFETTO (determinismo e riduzionismo) con questi elementi non è possibile progettare nessun linguaggio, nessuna matematica che possa descrivere ad un semplice mezzo come seguirne un altro, o ad un braccio meccanico come riuscire a prendere un oggetto su un tavolo. L’intelligenza pertanto oggi,  per descrivere la REALTÀ conosciuta, deve essere composta almeno da:
CAUSA -> INFORMAZIONE -> RETROAZIONE, e cicli esplorativi, correttivi e/o adattivi di questo modello.

TERZO.
La descrizione della REALTÀ è SFUMATA, GRADUALE e COMPLESSA.
SEMPLIFICARE attraverso deformazioni narrative, escludendo le sfumature di possibilità, non solo, come ho già detto, non è possibile né progettare né costruire nessuno apparato moderno, non è possibile descrivere, comprendere e interagire in modo efficace con quasi nulla del reale.

CONCLUSIONI

Quando le prossime mattine vi alzerete, e vi sciacquerete il viso con l’acqua TIEPIDA, grazie alla logica che sta dietro al funzionamento della regolazione del RUBINETTO MISCELATORE e del termostato della relativa caldaia, fermatevi un attimo a guardarlo.

Ricordatevi che quel semplice oggetto meccanico funzionerà in modo culturalmente più evoluto di voi se continuerete ad usare termini come NEGAZIONISTI DEL COVID, NO VAX, FAKE NEWS.

Dopo che vi sarete ricordati di questo, fate un bel respiro, e sciacquate con un po’ d’acqua via i batteri della comunicazione degenerativa, basata su una logica arcaica e vetusta, disfunzionale.

Così inizierete il nuovo giorno con la consapevolezza di aver protetto la fondante e fondamentale cultura ricevuta in eredità dai vostri padri e dai vostri nonni.