Seleziona una pagina

Leggo oggi che Veronesi ha di recente accettato l’invito di diventare nuovo Garante Scientifico del CICAP, e resto davvero perplesso, anzi quasi indiganto! Veronesi, ultimamente chiamato con l’epiteto Cancronesi si è autosmascherato da solo attraverso una intervista sulla Rai e attraverso il sito della propria fondazione mostrando al popolo italiano quanto gli interessano gli affari piuttosto che la scienza e il CICAP prontamente lo fa diventare GARANTE SCIENTIFICO? Personalmente da ex socio sostenitore del CICAP e simpatizzante, ora ne prendo le dovute distanze. Forse che il CICAP stia cercando canali di finanziamento?

Fonte CICAP, comunicato mail:

[omiss..] Umberto Veronesi, medico, chirurgo e Senatore della Repubblica, noto in tutto il mondo per le sue ricerche sul cancro, ha di recente accettato l’invito di diventare nuovo Garante Scientifico del CICAP fattogli dal Segretario: «Stimando la professionalità del Suo lavoro e l’obiettivo del CICAP, la difesa della scienza e la lotta ad ogni forma di superstizione e pregiudizio» ha scritto Veronesi a Polidoro, «sono lieto di unire il mio nome alla rosa di personalità del mondo intellettuale e scientifico che hanno già positivamente aderito. Voglio in particolare esprimere il mio apprezzamento per il lavoro del Comitato, che sottolinea come ogni azione e ogni pensiero possono essere effetto di importanti miglioramenti e grossi benefici per la collettività, ma altrettanto possono essere causa – proprio per l’aspetto ambivalente contenuto in ogni cosa – di piccoli o grandi danni. Un concetto che ha valore anche e soprattutto in campo scientifico perché la scienza non è a sé ma per l’universalità. Dunque ogni suo principio, messo al servizio dell’umanità intera, va soppesato con profonda consapevolezza, ne vanno valutati i risvolti etici e morali, ne devono essere considerate tutte le possibili applicazioni affinché il fine ultimo sia la crescita verso un obiettivo. Il pensiero scientifico potrà essere definito “buono” se sarà in grado di non allontanarsi dal suo ruolo civilizzatore e di avvalersi della forza della ragione, necessaria per contrastare movimenti antiscientifici ed irrazionali». [omiss..]

Consiglio di leggere anche l’articolo del blog Il Popolo Sovrano relativamente alle affermazioni di Veronesi le risposte di suoi colleghi del campo scientifico.

Veronesi alla domanda: “Lei sarebbe favorevole agli inceneritori?” Risposta: “ma non c’è scelta i rifiuti o li mettiamo sotto terra o li bruciamo”. Veronesi ha la sindrome di Clark Kent, quella che basta togliere un paio d’occhiali ad una persona, vestirla con le mutante sopra i calzoni ed un mantello, chiamarlo in un altro modo “Superman” e nessuno riconosce che è la stessa persona di prima! Lo stesso è per le materie prime, che una volta trasformate in prodotti non sono e non hanno più materie prime per quelli come Veronesi (o Cancrolesi), sono Superman, cioè sono Rifiuti, eccerto perché basta proporre una cosa con una parola diversa ed ecco che per magia questa cosa diventa diversa, esattamente come nel mondo dei fumetti! I prodotti una volta usati non hanno mica più materie prime perché sono ovviamente dei rifiuti, e mica vanno riciclati, per carità, “non c’è scelta i rifiuti o li mettiamo sotto terra o li bruciamo“, perché sono rifiuti.