Seleziona una pagina

vignetta

Ieri ho parlato bene della piccola e operosa Slovenia. Come ho già scritto in post precedenti da un po’ di mesi mi sono trasferito in Slovenia nella costa ed sto apprezzando le qualità di questa piccolo, ordinato e operoso paese. Tuttavia io come tutti gli automobilisti ho dovuto fare i conti con la tanto celeberrima e fammigerata vignetta. Proverò ad analizzare i pro e i contro.

Pro.

  • Caselli autostradali tolti e più scorrevole percorrenza.
  • Per chi usa l’autostrada spesso la vignetta ha un costo relativamente conveniente infatti se pensate a confronto che il tratto Villesse -> Monfalcone di 21,1 Km costa 1 euro, per un qualsiasi pendolare o trasportatore il costo sarebbe ampiamente ammortizzato in meno di 2 mesi.
  • Se diminuisce il traffico turistico a causa della vignetta diminuisce anche l’inquinamento da veicoli transitanti.

Contro.

  • La vignetta è un bollo o se volete una tassa sull’autovettura, infatti è stata progettata in modo tale che una volta attaccata non può essere staccata senza danneggiarsi, come si può ben vedere nella foto, questo proprio per evitare che  la vignetta potesse essere utilizzata su più autovetture.
  • Personalmente penso che la vignetta penalizzerà la Slovenia diminuendo il turismo mordi e fuggi, sempre in maggior aumento come trend generale considerando il mancato introito di denaro in tutto l’indotto.
  • Anche se le Autostrade incassassero di più dai Turisti passanti, cioè quelli che se ne vanno verso la Croazia, sarebbe comunque il vantaggio di uno a discapito di molte piccole attività turistiche.

Attenzione che le Multe sono piuttosto salate nel caso in cui uno venga “pizzicato” senza vignetta. La mancata apposizione del contrassegno infatti è sanzionata con ammende che variano dai 300 agli 800 euro.  E se vi pizzicano con la vignetta non attaccata come dovrebbe essere 150,00€ di multa.

Ora è abbasta fastidioso e invasivo che uno stato imponga ai turisti di attaccare un adesivo sulla loro autovettura. Ed è altrettanto fastidioso anche il fatto che se uno cambia o rottama l’autovettura dovrebbe comprare una nuova vignetta in quanto il contrassegno è per il veicolo, quindi parrebbe non dare al possessore il diritto di circolare in autostrada slovena. Il telepas francamente mi sembra più equo, lo smonti e te lo porti dove preferisci.

Ma la UE sta a guardare? No certo che no, infatti la Commissione europea ha inviato alla Slovenia un “avvertimento ufficiale” perchè le vignette discriminerebbero i fruitori saltuari della rete autostradale slovena. Infatti si legge in un comunicato della Commissione Europea del 2008:

“la Slovenia, con l’introduzione delle vignette semestrali e annuali, sta discriminando coloro che transitano lungo le autostrade saltuariamente, principalmente se si tiene conto dell’entità sproporzionale del prezzo per gli automobilisti in transito. Per questa ragione, i cittadini stranieri sono venuti a trovarsi in una posizione disagiata rispetto agli sloveni e ai residenti in Slovenia”.

Vedremo come andrà a finire.

AGGIORNAMENTO:

Dal 1 luglio 2009, dopo le sollecitazioni da parte dell’Unione Europea, sono state introdotte anche le “vignette”:
Al 2015 le vignette per le automobili sono

Bollino annuo 110,00 EUR
Bollino mensile 30,00 EUR
Bollino settimanale 15,00 EUR

Per maggiori e più aggiornate informazioni

potete vedere il sito www.slovenia.info