Seleziona una pagina

http://www.repubblica.it/2009/04/sezioni/ambiente/nucleare3/dossier-nuove-centrali/dossier-nuove-centrali.html

Oggi sono proprio incazzato! Fare Centrali Nucleari in Italia è un crimine contro le nuove generazioni, contro l’umanità contro l’intelligenza. Siamo un paese sismico, l’Africa si muove e spinge verso l’Europa, e non si fermerà statene certi, l’Italia è un paese fatto di coste, una penisola in mezzo al mare, un paese di alluvioni e smottamenti, e a causa dell’effetto serra gli eventi violenti, come alluvioni, saranno in aumento nel futuro. Politici vecchi, marci dentro, ereditati dal disatro economico chiamato “Debito pubblico Craxiano” hanno calpestato il volere popolare, la negazione delle centrali nucleari in Italia. Hanno addormentato la quella che Mussolino chiamava popolo percorone, che voleva forgiare come guerrieri, dell’antica gloria romana. All’estero ci chiamano, in Maccheronic o molli come la Pasta, di certo non ci vedono come un popolo guerriero. Siamo un popolo lobotomizzato dalle 6 reti del dio MEDIAtico SET. Che strana analogia che il dio del male SET sia un serpente, e che il loro simbolo sia un biscione. Si sono incazzato e scrivo a ruota libera perchè è l’unico modo per sfogarmi da questa politica che abusa senza contrasto e senza freni di un potere che in un paese democratico non avrebbe mai e poi mai. Di una politica senza freni inibitori, senza strumenti concreti di controllo e punizione. Di una politica che mai risponde di tasca propria degli scempi e dei danni che provoca. Politica che ha la cultura del DEBITO, che fa indebitando le nuove generazioni. I nomi sono sempre quelli: Berlusconi e in questo caso Scajola. Vi auguro ogni male possibile e che il popolo vi ritorni amplificato tutto quello che gli state facendo.

OK passata lo sfogo, dirò cos’è a mio avviso intelligente, siamo il paese del sole, del vento e dell’energia geotermica, e delle maree. Abbiamo più costa che pianura e montagna. Investire su queste energie vuol dire:

  • Far crescere l’economia in questo strategico settore nel paese, quello che Obama chiama green economy, ma si sà gli Americani sono avanti, peccato che spesso usano scoperte fatte anche da Italiani che non possono lavorare in patria.
  • Rendere in futuro il paese indipendente dalle forniture straniere di energia fossile, detta così non sembra una cosa tanto importante, ed invece è strategico per il futuro di ogni paese. Se la Francia non ci fornisse energia elettrica se la Russia non ci fornisse il gas, se non acquistassimo più petrolio una buona parte del reddito di tutta la nazione resterebbe in casa. Ma basta leggere 1 dico, solo 1 libro di Jeremy Rifkin sull’energia per capire dove sta andando il mondo, invece di sentire i progetti indecenti di Scajola e Berlusconi.
  • Creare una nuova economia, e una nuova democrazia, provate ad immaginare di non dover più dipendere da nessuno per l’energia? Ditemi quanti soldi vi rimarrebbero in tasca ogni mese? Su su, mettete tutto, benzina, elettricità, gas… allora? Quanti soldi in più al mese eh? Questi che vi forniscono l’energia hanno il coltello dalla parte del manico, decidono quanti soldi dovrete spendere per vivere, perchè l’energia è lavoro, e riscaldamento, e cucinare, è scaldare l’acqua, sta alla base della nostra esistenza. L’energia deve essere libera, tutelata e autoprodotta da ognuno, attraverso le pareti esterne, i vetri, i tetti delle proprie abitazioni o altri sistemi rinnovabili. Questo porta ad una nuova economia e ad un nuovo sistema di democrazia, perchè la politica è amministrazione delle polis, della cosa pubblica, e cosa c’è di più pubblico dell’economia? Cambiando il sistema economico cambia anche il sistema democratico, cioè chi tira i fili del sistema, i protagonisti delle decisioni strategiche.
  • Ho detto i pro, i vantaggi, ma tra questi ci sono anche le cose che si eviterebbero con le energie pulite, si eviterebbero le centrali nucleari, i disastri come quelli di Černobyl. Guardate nel link quanto era distante da noi e pure la nube radioattiva arrivo fino a noi.
    chernobyl_20_anni_dopo.Par.0002.Image
    Io ricordo ancora gli aborti del 1986, e le leucemie negli anni a seguire, la verdura contaminata che bisognava evitare di mangiare, tanto per rievocare solo alcune e poche memorie che voglio che le nuove generazioni evitino di vivere. E il fatto che altri paesi vicino a noi hanno centrali nucleari, non vuol dire che dobbiamo portarcele in casa, anzi mostriamo loro che esiste una via diversa, un futuro senza questi mostri del passato, senza una economia accentratrice, mostriamo loro che possiamo vivere senza il loro controllo politico energetico.
  • Spesso sento frasi come, in futuro scopriranno come bruciare le scorie nucleari. Si in futuro spero scopriranno come tornare in dietro nel tempo per infilarti le tue scorie direttamente dentro di te così te le metabolizzi per bene, invece di lasciare questa pesante eredità ai figli dei figli dei figli dei figli e così via!