Seleziona una pagina

I fatti: Mills si è fatto corrompere con 600.000 dollari da Berlusconi per dare falsa (reticente) testimonianza in un processo che vedeva Berlusconi imputato. E’ stato incastrato perchè aveva avvisato tramite una lettera firmata di suo pugno, inviata al proprio commercialista, della provenienza di quel denaro. Il commercialista (inglese) visto il contenuto della lettera, per non essere complice (ma forse da inglese anche per senso civico e di giustizia) ha consegnato la lettera alla giustizia inglese. Questa lettera all’insaputa di Mills ha viaggiato fino alla magistratura italiana che ha potuto incriminarlo e condannarlo. Ora quando c’è un corrotto, c’è anche un corruttore. Il corruttore è noto, è Silvio Berlusconi, ma non può essere giudicato perchè si è fatto una legge proprio per evitare questo processo.

Ricordo che l’Italia secondo House of Freedom (quella vera) è al 65° posto in fatto di libertà di stampa.