Seleziona una pagina

Che buffo modo di dire che abbiamo, quando non troviamo una parola da dire e ce la dice qualcun’altro, e noi poi ci scusiamo dicendo: “non mi veniva su”.
Eppure il cervello, quindi la memoria stanno sopra alla bocca, quindi sarebbe più corretto dire: “non mi veniva giù”.

Molto probabilmente questo modo di dire senza dover indagare troppo nelle su origini è dovuto molto probabilmente al fatto che la bocca ed il parlare nella nostra esperienza e immaginazione, pertanto rappresentazione, è profondamente legata all’atto di respirare.

L’atto di respirare ha due condizioni inspirare ed espirare, inspiriamo mandando dentro aria, ed espiriamo aria e anidride carbonica (e qualcuno alito fetido, ma questa è un’altra storia) emettendola.

Un’altra cosa curiosa è che:
originariamente inspirare ed espirare si chiamavano Anemos e Pneuma. Il termine Anemos nel tempo ha fatto un salto metafisico del significato della parola diventando Anima, in quanto rappresentazione immaginaria di quello che esce da noi. Questo molto probabilmente è accaduto perché per verificare che una persona è morta o ancora viva più o meno in ogni tempo e cultura si controllava se respira ancora, e l’atto più evidente della respirazione per i nostri deboli sensi è quando emettiamo aria.

Mentre per quanto riguarda la parola Pneuma il significato è rimasto legato al significato fisico, cioè quello di immettere dentro aria ad un contenitore come un Pnumatico, oppure nel suo senso originale lo troviamo quando andiamo in ospedale al reparto di Pneumologia.

Al di là di questo viaggio etimologico, l’atto di proferir parola è strettamente legato al respiro, e quando parliamo in genere emettiamo aria. Orbene è possibile parlare anche inspirando, solo che in genere non lo facciamo, perché risulta scomodo soprattutto quando camminiamo in campagna, così evitiamo aspirare moscerini piccoli insetti volanti, parlando inspirando, oppure quando c’è forte vento evitiamo di aspirare polveri di ogni tipo.

Pertanto quando parliamo quasi sempre buttiamo fuori aria per questo motivo credo che quando non ci viene una parola, e quindi non emettiamo aria per parlare, diciamo “non mi viene o non mi veniva su” piuttosto che “non mi veniva giù” come sarebbe appunto più corretto dire 😉