Seleziona una pagina

La robotica continua il suo progresso giorno per giorno, mentre noi facciamo i nostri lavori quotidiani, nuove applicazioni ed evoluzioni vengono proposte. L’avvento della fine del lavoro predetto da molti futurologi e scrittori come Jeremy Rifkin arriva per sempre più settori. Ogni  volta che l’uomo automatizza una qualsiasi attività, quel lavoro viene progressivamente perso a svantaggio di una abitudine passata a vantaggio di una nuova futura. Da una parte si perdono posti di lavoro, dall’altra l’uomo cammina verso la strada che lo renderà sempre meno un ingranaggio industriale e sempre più attivo verso il sociale. Resta il fatto che questa evoluzione la si può sempre vedere in due modi, come una perdita o come un guadagno di opportunità future. Io personalmente preferisco la seconda e mi affascina cercare di intuire gli scenari futuri della società nella quale robot e sistemi automatizzati lavoreranno al posto di moltissimi uomini. Mi chiedo spesso quali saranno le professionalità future.

Come dice una frase che mi piace molto, l’importante è vivere il presente con la tendenza verso il futuro.