Seleziona una pagina

Ho acquistato su www.autostima.net degli ebook di Anthony Robbins.
Innanzi tutto complimenti a Autostima.net per l’assortimento di saggistica in formato ebook disponibile sul loro sito web. Sicuramente uno dei più nutriti e interessanti.

Considerando le potenzialità degli ebook, ancora a mio avviso in uno stadio primitivo in Italia, verifico che la qualità degli ebook di Bruno Editore è ancora lontana dalla multimedialità.

Quali sono i passi fondamentali per migliorare?

Il primo è sicuramente l’introduzione dell’ipertesto nei libri in formato PDF che vengono forniti. I rimandi nei libri tra parentesi a “pagina numero” sono un retaggio della carta stampata. L’ipertesto, in questo caso con l’inserimento di “link ad ancore interne” rende molto più velocemente fruibili i rimandi.

Il secondo punto è una impaginazione adeguata allo speech reading.
Per avere un testo ottimizzato per lo speech reading tutti i titoli devono essere forniti di punteggiatura in modo da rendere corretta la lettura. Inoltre le impaginazioni a colonna possono creare gravi errori di lettura allo speech reader. Quindi meglio evitarle e rendere il testo fruibile sia ai non vedenti o agli ipo-vendenti che alle nuove piattaforme di lettura di ebook.
Attualmente i loro ebook non sono aperti allo speech reading, come altri editori il loro bisogno di proteggere gli ebook dal copia incolla del testo è superiore al bisogno dei lettori di fruirli in audio-lettura. Tuttavia credo che questo scoglio sarà superato tecnologicamente presto quando Adobe o sicuramente “Altri”, come sta già succedendo, si sveglieranno fornendo i reader PDF anche di Speech Reading.

Il terzo punto è l’utilizzo di illustrazioni in vettoriale.
Nei libri da me scaricati le illustrazioni erano in formato bitmap con una compressione troppo alta, per nulla fruibili a video. La scelta dell’uso del bitmap è stata fatta probabilmente perché le illustrazioni sono state scannerizzate e inserite in formato jpg.
Una preventiva richiesta all’illustratore di fornire le illustrazioni in formato vettoriale avrebbe reso le immagini nitide a qualsiasi grandezza e risoluzione del monitor, e leggerissime, quindi senza bisogno di compressioni. Se l’illustratore non fosse capace di vettorializzare le immagini lo avrebbe potuto fare un grafico pratico di Illustrator o del buon vecchio Freehand o ancora meglio ottimo nuovo e gratuito Inkscape:

Inkscape è un programma open source per il disegno, simile a Illustrator, Freehand, CorelDraw e Xara X che si basa sul formato standard W3C “Scalable Vector Graphics” (SVG). Tra le caratteristiche supportate da SVG vi sono le forme base, i tracciati, i testi, i segnali, i cloni, le trasparenze, le trasformazioni, i gradienti e i gruppi. Inkscape supporta inoltre i meta-dati Creative Commons, la modifica sui nodi, i livelli, le operazioni complesse sui livelli, i testi su tracciato e la modifica dell’XML SVG. Può importare da diversi formati come EPS, Postscript, JPEG, PNG, BMP e TIFF e esportare in PNG ed in altri formati basati su vettori multipli.

Lo scopo principale di Inkscape è quello di fornire alla comunità Open Source uno strumento di disegno che rispetti pienamente gli standard W3C XML, SVG e CSS2. Inoltre il piano di sviluppo prevede una conversione del codice da C/Gtk a C++/Gtkmm, maggiore importanza all’aggiunta di funzioni tramite il meccanismo delle estensioni e la creazione di un processo di sviluppo aperto, collaborativo e orientato alla comunità.

Il mercato si sta muovendo appena sullo sviluppo di piattaforme di fruibilità multimediale degli ebook, tuttavia chi si troverà impreparato sarà semplicemente indietro rispetto a chi avrà già acquisito esperienza.

Personalmente credo che Autostima.net si stia muovendo nel modo giusto sul mercato web e degli ebook, ed abbia tutte le carte in regola e le risorse per cogliere gli sviluppi di questo mercato.
Da fruitore di saggistica gli auguro di ampliare il loro catalogo e di evolvere presto la qualità multimediale dei loro prodotti ebook.