Seleziona una pagina

clicca per ingrandire

Ho un full d’assi di motivi per dissentire da tale manifesto ;-)[br] 1° (economico) facendo copywriting e webmarketing i “misspelled” fanno reddito (una regola del marketing utile anche nel B2B e B2C è se vuoi vendere usa il linguaggio della strada, o che usi con gli amici).[br] 2° (fonetico) dal punto di vista dei suoni (e di suoni ho un po’ di espereinza avendo studiato con Massimo Varini, 2 delle orecchie più incredibili d’Italia, usate per l’invenzione dell’olofonia, di varie casse, e strumenti musicali) la nostra grammatica ha molti problemi irrisolti che andrebbero affrontati prima di bacchettare gli altri con inutili rotture. Esempio: scuola, squalo , SCU SQU, stessi fonemi, diverse lettere = inutile. (Altri esempi: squadra, scuotere, squilibrio, scuocere…)
In europa esistono nazioni come Slovenia, Croazia, Albania, che hanno avuto recentemente il coraggio di mettere mano alla propria lingua e grammatica. In italia questo sembra essere utopia.[br] 3° (grafico) Nella nostra lingua ci sono fonemi che hanno bisogno di due o tre lettere per essere indicati, come ad esempio “Ci, Chi, Sci”. Esistono altre lingue e popoli, che hanno risolto brillantemente questo problema (esempi: č = al nostro suono C di cielo, š = al nostro suono S di scelta, …)
Abbiamo fonemi indistinguibili graficamente come “Sa” esempi caSA o SAcco.
E tutta una serie di vocali aperte e chiuse non dichiarate graficamente.[br] 4° (etimologico) per quelli che rispondono che è questione di tradizione http://etimo.it/?term=tradizione&find=Cerca traduzione ha lo stesso etimo di Tradire.[br] 5° Asso di Comunicazione Visiva: graficamente parlando è pessimo, difficilmente leggibile e male impaginato. Rimandato. ;-DD