Seleziona una pagina

Mercoledì 11 giugno 2009 sera, anzi era ormai notte verso mezzanotte per essere precisi vado a vedere le ultime sul blog di Grillo e mi vedo il suo tanto atteso incontro con la Commisione Affari Costituzionali del Senato. Anche se dire il vero il discorso più atteso è la discussione in Parlamento e in Senato della proposta delle 3 leggi popolari dal lui e dal blog di Grillo avanzate con la forza di 350.000 firme di cittadini (per ogni legge), raccolte in soli 2 giorni, nelle varie piazze delle città Italiane. Giusto un’altro inciso, la stampa di regime RAI e FININVEST e Mondadori controllati hanno sempre taciuto su tutta la vicenda. Comunque dicevo, mi preparo ad ascoltare il discorso e vedo il Beppe Nazionale in formato giacca e cravatta, bello come ad un matrimonio e non so per quale motivo mi aspettavo un discorso diplomatico. 😀

Invece Beppe il matatore, fedele a come si propone nel blog, a come si propone nelle piazze e nei suoi spettacoli ha comunicato con la Commissione Affari Costituzionali a modo suo. Senza inutile e mai guadagnata reverenza, anzi con una schiettezza che a loro sarà sicuramente parsa durezza offensiva. Invece per chi sta seguendo l’evolversi della rete, i fenomeni come Obama, la democrazia espressa in rete dal basso che porta alla vittoria del primo presidente nero negli stati uniti, figlio di un africano, sa perfettamente su cosa si fonda il movimento che ha spopolato in USA e che sta salendo anche in Italia. Insomma godetevi il discorso di Beppe Grillo che scuote le coscenze, e ridesta un coraggio da leone smarrito, da troppo tempo non più allenato dai cittadini italiani. Fratelli d’Italia, Beppe l’ha desta….!!! 😉