Seleziona una pagina

Berlusconi viene fotografato da un paparazzo spagnolo il quale testimonia che l’ha visto usare l’aereo di stato per portare invitati presso la sua villa in sardegna, quindi per usi privati, portando ad esempio ballerine poi fotografate dal paparazzo quasi come mamma le ha fatte. La notizia gira il mondo ma viene censurata in Italia. In politica quando il governo controlla gli organi di stampa questo viene chiamato “Regime!”.  E quando questo accade un popolo sano deve reagire e riprendersi la propria democrazia. Sintomatico come Berlusconi commenta la notizia ovvero che. “c’è una denucia, si fa una indagine e poi si archivia e che l’archiviazione è sicura“.
Sta indicando a chi di dovere come dovrà andare?

La stampa estera libera dall’oscurantismo italiano pubblica per nostra fortuna le nostre notizie interne. Ancora e ancora solo dall’estero sappiamo come stanno le cose in Italia!

Da tempo in italia la stampa libera è solo su internet e su alcuni libri non ancora censurati, peccato che gli Italiani leggono pochissimi libri, Berlusconi lo sa e controlla Rai, Mediaset, Mondadori e quasi tutte le testate giornalistiche.

Clinton è stato processato per la storia della Lewinsky e nessun giornale americano s’è sognato di farsi censurare la notizia perchè erano “affari privati” come li chiama Berlusconi.
Nè Clinton s’è sognato di denunciare i giornali che hanno riportato la denuncia mentre Berlusconi denucia “el Pais”. Giusto per far notare la grande differenza del senso di democrazia di queste due persone, e dei due paesi!

Spero che l’Italia quando rialzerà la testa e l’orgoglio crei una legge che impedirà in futuro il ripetersi del controllo della stampa e dei media da parte di un singolo cittadino o di un gruppo ristretto di aziende e persone! Ora Internet è l’unico antidoto al regime.

Solo il pluralismo vero e libero dell’informazione sta alla base di una libera democrazie informata. Perchè se non sai come stanno le cose non puoi nemmeno giudicare, avere una opinione e decidere!
Ripeto spegnete le televisioni e informatevi su internet! Ovviamente non sui siti del Corriere della Sera, o della Rai e di Fininvest ma leggendo la stampa estera, come quella Svizzera italiana o altri siti liberi che rischiano ogni giorno la propria soppravvivenza economica perchè subbissati da denuncie usate come armi intimidatrici e a volte/spesso rischiano anche la proria vita per informare su fatti di mafia, mafia e politica.